Google è il motore di ricerca più famoso e più utilizzato al mondo, ma come funziona esattamente l'algoritmo?

Partiamo dal presupposto che nessuno è a conoscenza del vero funzionamento del motore di ricerca poiché Google non ha mai rilasciato un manuale o una documentazione ufficiale, ma soltanto alcune linee guida per indirizzare i SEO Expert ad indicizzare in modo ottimale i siti web.

Il meccanismo che fa funzionare il motore di ricerca viene chiamato algoritmo. L'algoritmo utilizza determinati standard per valutare le pagine del tuo sito in base a fattori impostati da Google. Una volta analizzata la pagina riceve un punteggio in base a determinati parametri.

Ma quali sono i fattori che influiscono maggiormente sull'indicizzazione di una pagina web?

Inizialmente c'erano le keyword

Agli albori del motore di ricerca, per poter indicizzare al meglio il proprio sito, si impostava il meta tag keywords e si inserivano le parole chiave inerenti alla pagina ma, a causa di un abuso e di un uso non corretto di queste, il meta tag keywords non viene più analizzato dal motore di ricerca. Ad oggi le keyword sono importanti per una fase di progettazione dei contenuti e di analisi.

Content is the king

Oggi il contenuto è un punto fondamentale per l'algoritmo di Google. Infatti, proprio come farebbe una persona, il bot di Google va a leggere il contenuto testuale della pagina web e in base alla sua rilevanza e al numero di visitatori che lo considerano attendibile, Google assegna un punteggio a quella determinata pagina.

Non dimentichiamo le basi

Il posizionamento su Google non aumenta solamente in base alla rilevanza del contenuto, ma anche grazie all'ottimizzazione base del sito. Sarà perciò necessaria l'ottimizzazione di title, description, immagini, velocità di caricamento e formattazione dei testi di ciascuna pagina.

L'ultimo aggiornamento all'algoritmo: il Medic Update

Il 1° agosto 2018 Google aggiorna il suo algoritmo senza rilasciare linee guida troppo chiare a riguardo. A causa di questo aggiornamento molti siti web si sono ritrovati con posizionamenti sui motori di ricerca in ribasso. L'aggiornamento colpisce principalmente i siti che parlano di medicina (da qui il nome Medic Update) e, l'unica direttiva chiara rilasciata, riguarda il requisito di creare contenuti di qualità all'interno del proprio sito.

Uno sguardo sul futuro

Ancora non si hanno certezze riguardo ai futuri aggiornamenti dell'algoritmo di Google, ma alcune indiscrezioni dicono che il futuro del motore di ricerca sia volto alla ricerca vocale di contenuti per migliorare l'esperienza su dispositivi come Amazon Echo, Google Home o Apple Casa, ma anche Smartphone e Smartwatch.

L'algoritmo di Google perciò è un grandissimo segreto ed ogni SEO Expert vorrebbe capirne il funzionamento. Ogni aggiornamento potrebbe provocare delle variazioni positive o negative al vostro sito. Non vi resta che rimanere informati leggendo le linee guida di Google o affidandovi ad un esperto.

Come aumentare i clienti ed il fatturato grazie al web? Leggi la Case History di Geotur