Abbiamo già accennato alla user experience nel nostro articolo sulle tendenze web del 2019, definendola come l’esperienza che l’utente prova quando naviga un sito.

Questo aspetto oggi è diventato cruciale. Per ogni progetto è bene prestare attenzione alla soddisfazione e alla facilità di utilizzo da parte dei visitatori, con l’obiettivo di convertire, ossia trasformare i visitatori in clienti. E ciò dipende dallo sviluppo di un’impressione positiva di chi vi atterra, che è data da un insieme di fattori, tra cui la velocità. Se le informazioni richieste non sono infatti rese disponibili entro pochi secondi, fornendo così un’esperienza negativa, i potenziali clienti saranno più propensi ad abbandonare le tue pagine, cercando le risposte o i prodotti altrove.

Ma la velocità, oltre ad essere fondamentale per una buona esperienza utente, da circa un anno è diventata importantissima anche da un punto di vista SEO.

Velocità e SEO: lo speed update di Google

La velocità è determinata dal tempo di caricamento che va dal momento del clic sul link e la visualizzazione della pagina desiderata.

A gennaio 2018 Google ha dichiarato l’introduzione dello “Speed Update”. Con questo aggiornamento, da luglio 2018 la velocità è entrata a pieno titolo tra i fattori chiave per il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Il contenuto rimane comunque l’elemento principale del successo: gli utenti cercano risposte alle loro domande, e le cercano in fretta.

E Google lo sa.

Così, se vuoi assicurarti di mantenere alto il numero di visitatori senza che abbandonino subito le pagine, oltre a realizzare un sito accattivante e dai contenuti che rispondano direttamente ai bisogni dei tuoi potenziali clienti, dovrai iniziare a fare un’analisi del tempo di risposta della tua piattaforma.

Come migliorare la velocità del tuo sito web

Da dove partire? Il suggerimento è di affidarti sempre a un team di esperti aggiornati sulle tendenze e le variazioni del momento nel mondo web e dei motori di ricerca. Ma vediamo insieme quali sono alcuni degli elementi da tenere in considerazione per poter migliorare le prestazioni del tuo sito web.

Analizza la rapidità di risposta delle tue pagine

Il primo passo da compiere è verificare quanto sia veloce la tua piattaforma. Per fare questo esistono dei software specifici che possono venirti in aiuto, come PageSpeed Insights (PSI).

Si tratta di uno strumento offerto direttamente da Google che può fornirti un report sulle performance, sia dal punto di vista mobile che da desktop. Oltre a darti una panoramica dettagliata, questo tool è in grado di mettere a disposizione suggerimenti su come migliorare gli aspetti carenti.

Migliora la struttura del codice

Il design e i contenuti si basano su righe di codice implementate da sviluppatori esperti, o generate automaticamente da un CMS come WordPress o Prestashop.

Ciò che è importante è mantenere una struttura il più pulita possibile, evitando di aggiungere plugin o elementi non realmente utili (come nel caso del CMS) che rallenterebbero il tuo sito web, appesantendolo.

Il codice è rilevante da un punto di vista SEO non solo per la velocità, ma anche per gli elementi che vi sono descritti all’interno. Controlla la presenza dei più importanti aspetti SEO: title, meta description, h1 e h2, alt tag nelle immagini... Oltre alla velocità, per un buon posizionamento sui motori di ricerca questi contenuti risultano fondamentali!

Presta attenzione alla cache

La cache può essere definita come una memoria locale. Ti sarà capitato più volte, rientrando in un sito web già visitato, di notare una rilevante rapidità nella visualizzazione dei contenuti.

Questo accade perché i browser come Google Chrome, Explorer o Firefox scaricano al primo accesso gli elementi ricorrenti, come immagini, Css, Javascript ecc. Questi elementi rimangono in memoria e vengono quindi utilizzati più volte, con una diminuzione notevole dei tempi di risposta di una pagina.

La cache può quindi essere sfruttata strategicamente, indicando tramite determinate procedure di mantenere in memoria certi contenuti.

Controlla l’ottimizzazione dei contenuti

Hai controllato i tuoi contenuti visivi prima di caricarli sul sito?

Nel mondo SEO non devi trascurare nessun dettaglio, nemmeno le immagini. Per questo motivo è necessario assicurarsi che non siano troppo pesanti, trovando un equilibrio tra la loro qualità e la velocità di caricamento. In questo senso ti possono aiutare i software di fotoritocco, come Photoshop o l’alternativa gratuita Gimp, per esportare le immagini ottimizzate per il web.

Non dimenticarti inoltre del nome con cui salvi la tua immagine. Per la SEO è un fattore molto importante, e deve essere descrittivo di ciò che viene mostrato, contenendo la parola chiave scelta per quella pagina.

Scegli il giusto hosting

Il tuo sito web è caricato su uno spazio hosting: un servizio di rete che consente di posizionare le tue pagine su un server, in modo che possano essere accessibili da tutti digitando lo specifico indirizzo.

Lo spazio dell'hosting web è affollato e frammentato. La domanda cresce in maniera esponenziale, e i provider sono orientati a diminuire la qualità del servizio, pur di aumentare le vendite. Le prestazioni web sono fondamentali, soprattutto per gli e-commerce, e sono necessari server di alta qualità. Quando possibile il consiglio è di evitare soluzioni economiche, per ottenere benefici sul lungo termine.

… e il mobile?

Oggi è importante ragionare mobile first. Gli utenti infatti visualizzano i contenuti principalmente dai propri dispositivi mobili. Avere un sito responsive, ossia in grado di adattarsi ai vari strumenti di visualizzazione, è diventato fondamentale, ma non basta. Occorre, già in fase di progettazione, ideare contenuti e pagine ottimizzate per il mobile, per poter così stare al passo coi cambiamenti in atto.

Conclusioni

Abbiamo visto come la velocità sia un fattore chiave, sia per quanto riguarda la User Experience degli utenti, ma anche per l'indicizzazione sui motori di ricerca.

Anche se i contenuti restano fondamentali per scalare le vette delle SERP, con lo Speed Update di Google dell'anno scorso anche il tempo di caricamento delle pagine incide profondamente sulla SEO. Il consiglio è come sempre di affidarti a un team di esperti aggiornati, per poter analizzare la velocità delle pagine, migliorare la struttura del codice, ottimizzare i contenuti, scegliere il giusto hosting e progettare un sito web mobile first.

Come aumentare i clienti ed il fatturato grazie al web? Leggi la Case History di Geotur