Ti è mai capitato di leggere un libro, guardare una serie tv, e immedesimarti nei protagonisti, vivendo i loro conflitti e le loro vittorie come se fossero le tue, sentendoti parte di qualcosa?

Le persone sono naturalmente attratte dalle storie che suscitano emozioni. Ma che cos’è lo storytelling e perché può diventare una leva di successo per la tua azienda?

L’arte di raccontare storie

Lo storytelling è una tecnica comunicativa che consiste nel raccontare una storia per attirare l’attenzione di specifici destinatari, veicolando un messaggio e stimolando una determinata reazione nello specifico pubblico di riferimento.

Le storie sono un linguaggio universale, stimolano l’immaginazione, la passione nelle persone. È facile guardare un film e immedesimarsi nei protagonisti, vivere le loro emozioni. È proprio questo che fa una storia: crea un senso di empatia, di comunità tra chi le racconta e chi le ascolta.

Perché è importante lo storytelling aziendale?

Lo storytelling rende le aziende umane, ispira e aiuta i consumatori a instaurare una relazione con l’azienda stessa e con le persone che la costituiscono.

Qualunque azienda ha una storia da raccontare, una sua identità, un suo passato e obiettivi diversi. Ed emergere tra la moltitudine di comunicazioni di ogni tipo a cui siamo sottoposti ogni giorno non è facile. Lo storytelling può diffondere, veicolare, consolidare i valori del brand, parlando di sé prima che lo facciano gli altri creando una brand image negativa capace di danneggiare l’azienda.

Ecco perché è importante: può avvicinare i potenziali clienti, attirandoli e fidelizzandoli. Deve però saper incuriosire, coinvolgere ed essere pieno della personalità dell'impresa. Così non significa solo raccontare una storia: significa mettere a disposizione il patrimonio culturale e professionale, allontanandosi dai vecchi modelli comunicativi per avvicinarsi alle persone, senza risultare invasivi.

Come raccontare un’azienda?

Lo storytelling ruota attorno al contenuto che contiene gli elementi di una narrazione: un eroe, le sue prove da superare, la risoluzione del conflitto. Occorre scegliere con cura i personaggi, il tipo di sfida che dovranno affrontare. Infine, ogni storia ha una conclusione, un call to action che inviti le persone a compiere le azioni desiderate.

Affinché funzioni, deve essere:

  • divertente: tenere il lettore incollato e interessato a cosa succederà dopo
  • educativa: stimolare curiosità e aumentare la conoscenza del pubblico
  • universale: adattabile a tutti i lettori, affrontando emozioni ed esperienze generalmente condivise
  • organizzata: messaggio da comunicare chiaro, con un’organizzazione della struttura ben precisa
  • memorabile: ispirazione e humor aiutano a rimanere impressi nella mente.

Raccontare un’azienda però non è così facile come sembra. Bisogna avere ben chiara la propria identità, la propria storia, i propri valori e obiettivi. Ma non solo: bisogna conoscere il target, le buyer persona, i canali giusti in cui comunicare… ma soprattutto, cosa comunicare.

Lo storytelling è un’arte, e come tale richiede determinate competenze e tanta, tanta pratica. È emozione e coinvolgimento. È interazione. Non si tratta quindi semplicemente di parlare di obiettivi e risultati di vendita, di qualcosa che è accaduto. È molto di più.

Ai potenziali clienti non interessa una rappresentazione incentrata solamente sull’azienda: vogliono sapere chi hanno davanti come persone, il modo di lavorare, il rapporto, l’approccio e le tempistiche.

Lo storytelling è importante perché è in grado di fornire alle persone una ragione per comprare da te e non da qualcun altro. Attraverso lo storytelling un brand ispira fiducia, non solo nei confronti dei consumatori, ma anche dei dipendenti e fornitori. Come Nike: non solo un marchio di abbigliamento, ma un’azienda che racconta le sue storie per entrare in contatto con le persone, invitandole a diventar parte di un movimento collettivo.

Per questo le storie devono essere autentiche. Servono per guadagnare questa fiducia. La trasparenza fa emergere la tua unicità e umanizza il tuo brand, mostrando le sfide e i fallimenti, creando un collegamento emotivo con le persone, coinvolgendole.

Conclusioni

Nella moltitudine di comunicazioni a cui siamo sottoposti, c’è bisogno oggi di tornare agli strumenti della narrazione. Raccontare una storia serve a emergere, raccontando chi sei come azienda e creando una relazione col tuo pubblico.

Lo storytelling è un’arte, ma anche una scienza: richiede emozione e creatività, ma allo stesso tempo la capacità di capire cosa motiva e spira l'azione.

Quindi, perché fare storytelling aziendale? Perché può fare la differenza, esce dalle logiche commerciali classiche e presenta un prodotto, un servizio o un’azienda come un racconto, attraverso un canale che comunica senza interrompere.

Vorresti sapere come migliorare la tua  strategia di comunicazione? Richiedi un'analisi gratuita.