Avrai sentito spesso parlare di Inbound Marketing. Ma cos’è e perché è importante per la tua azienda?

Secondo una ricerca realizzata da Hootsuite, nel 2019 sono ormai oltre 4 miliardi coloro che hanno accesso a internet e ne fanno uso, e oltre 3 miliardi utilizzano attivamente i social network.

Sono numeri che fanno riflettere sull’importanza di essere presenti e riconoscibili e su come diventi necessario studiare nuove strategie per trovare potenziali clienti, fidelizzandoli. Le pubblicità invasive, le chiamate da call center e l’invio di email di massa producono sempre meno risultati: gli utenti cercano di evitare questi messaggi, effettuando personalmente ricerche relative a particolari problematiche.

E se i tuoi prodotti o servizi fossero la risposta ai loro bisogni?

Sul web esistono persone che necessitano proprio di un prodotto o un servizio come il tuo. Impostando diverse strategie per intercettarli, potrai catturare l’attenzione, ed è qui che entra in gioco l’Inbound Marketing. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Cosa significa Inbound Marketing?

L’Inbound Marketing (o marketing attrattivo) è un insieme di fasi che portano un bene, un servizio o un’azienda a farsi trovare online, catturando l’attenzione di determinati utenti su cui impostare strategie commerciali: essi potranno trasformarsi in clienti e promotori del tuo brand, ma come? Studiando il tuo target (buyer personas) e realizzando contenuti di qualità!

Offrire sul web testi, post o video creati su misura è un ottimo modo per attirarli con informazioni per loro realmente utili e non invasive: essi devono essere pensati per rispondere a bisogni e interessi specifici, per distribuirli poi attraverso appositi strumenti e canali: blog, social network e motori di ricerca.

Come funziona il marketing attrattivo?

La metodologia Inbound comprende diverse fasi, ossia quattro stadi immaginati come una sorta di imbuto in cui passa il potenziale cliente prima di diventare acquirente e promotore di un brand.

  • Attrarre
  • Convertire
  • Chiudere
  • Deliziare

Il primo step (attrarre) vede l’utente che, alla ricerca di una problematica, viene attirato dal tuo contenuto (blog, pagina web, post su un social media, webinar, video ecc.). Un contenuto non invadente, come nelle vecchie tecniche dell’interruption marketing, ancora molto utilizzate. Piuttosto, l’utente trova dei testi di qualità che ne soddisfano le reali esigenze.

La seconda fase (convertire) vede invece la trasformazione del visitatore generico in contatto (lead). L’obiettivo diventa ottenere informazioni specifiche. Come? Ancora una volta, utilizzando il contenuto! Al termine di ogni articolo del blog, delle tue pagine web, dei social network, o del tuo video, potrai inserire una CTA, che permetterà all’utente di scaricare una guida, un ebook, un documento in cambio di dati personali (recapiti, località, o ruolo ricoperto in azienda).

Nella terza fase, detta di chiusura, il lead viene trasformato in vero e proprio cliente: dopo aver raccolto vari contatti, è il momento di passare ad azioni più dirette per conquistarne la fiducia. Grazie alle mail personalizzate potrai inviare offerte specifiche destinate a un gruppo ben definito di utenti.

L’ultima fase (delizia) è significante per l’intero processo di attrazione: non termina infatti al momento dell’acquisto, ma va oltre, cercando di fidelizzare rendere gli acquirenti promotori del tuo brand. E questo può avvenire attraverso gli eventi, i social network e una creazione, ancora, di contenuti specifici e di valore.

Perché è importante per la tua azienda?

Questa strategia ha una serie di vantaggi, primo fra tutti un aumento dei visitatori del tuo sito web: il primo obiettivo è infatti quello di raggiungere contatti di qualità, utilizzando le giuste keyword per far entrare volontariamente le persone nella tua piattaforma.

Si tratta di un processo realmente efficace perché, con il secondo scopo di indirizzare messaggi mirati ai destinatari, ti aiuta a raccogliere le informazioni che saranno utili all’intero processo, costruendo un database di qualità contenente nominativi sinceramente interessati alla tua attività.

Certo richiede una certa cura: scrivere contenuti e analizzare i bisogni necessita infatti di tempo e risorse. Ma serve per uscire dalle classiche logiche pubblicitarie su cui le tecniche di vendita si sono basate finora, con i loro messaggi invadenti e non pensati per risolvere le reali necessità delle persone.

È uno strumento innovativo e funzionale, ma anche flessibile: si adatta a tutte le realtà commerciali, e se ne possono misurare i risultati in tempo reale, aggiustando la sua strategia se le azioni non portano a raggiungere determinati obiettivi.

L’Inbound Marketing fidelizza e crea relazioni. Creando valore attraverso informazioni di qualità ti porterà ad essere visto con occhi diversi, posizionando e migliorando l’immagine del tuo brand, ma anche aumentando la visibilità in rete. L'interazione è un valore aggiunto, rafforza i legami e le relazioni attraverso commenti, like e condivisioni.

Conclusione

L’inbound marketing è un insieme di tecniche e strategie che servono a raggiungere una mirata categoria di persone sul web, trasformandole in acquirenti fidelizzati. Definito anche come marketing attrattivo, ti permette di catturare l’attenzione di coloro alla ricerca di una soluzione a determinate problematiche: soluzione che può essere rappresentata dai tuoi prodotti e servizi.

Attraverso le sue quattro fasi (attrazione, conversione, chiusura e delizia) porta notevoli vantaggi alle imprese: aumento dei visitatori, costruzione di un database funzionale, controllo dei risultati, fidelizzazione e interazione.

E tu? Vorresti utilizzarlo per la tua azienda e farti trovare dai tuoi futuri clienti?

Richiedi un preventivo!

Vorresti sapere come migliorare la tua  strategia di comunicazione? Richiedi un'analisi gratuita.